www.officinecreativemarket.com

Visualizzazione post con etichetta Giancarlo Galan foto del matrimonio con Silvia Persegato. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta Giancarlo Galan foto del matrimonio con Silvia Persegato. Mostra tutti i post

mercoledì 10 giugno 2009

GIANCARLO GALAN matrimonio del 6 Giugno 2009 con SILVIA PERSEGATO.....

Il presidente del Consiglio Silvio Berlusconi è arrivato puntuale a Cinto Euganeo (Padova) per le nozze del presidente del Veneto, Giancarlo Galan, con Sandra Persegato. Berlusconi è uno dei due testimoni di Galan. L’altro è Marcello Dell’Utri.«Il Veneto a Galan» Prima del matrimonio il premier non ha rilasciato dichiarazioni ai giornalisti. Ma agli ospiti della cerimonia il premier ha sottolineato che in Italia c’è una democrazia e governa chi ha la maggioranza. «E sicuramente - ha detto - vincerà il Pdl e quindi il Veneto continuerà a essere governato da noi con Giancarlo Galan». Alla vista dell'auto di Berlusconi, il governatore era uscito di casa, nel cortiletto, preceduto dalla piccola figlia Margherita che è andata incontro al premier che l’ha presa gioiosamente in braccio, con gran gioia di papà Giancarlo.La cerimonia Un fuoriprogramma ha causato un leggero ritardo alle nozze.Il sindaco di Cinto Euganeo, Lucio Trevisan, ha lasciato la fascia tricolore nel municipio e il matrimonio di Giancarlo Galan con Sandra Persegato è cominciato con un quarto d’ora di ritardo. Ad attendere, i promessi sposi assieme a oltre trecento invitati. Poi il fatidico «sì» degli sposi tra gli applausi dei convenuti. Alla fine della cerimonia Galan è apparso visibilmente emozionato e rivolgendosi ai presenti ha detto che «è una giornata stupenda che mi ha regalato mia moglie». Non hanno nascosto la loro gioia anche ai giornalisti intervenuti per le interviste. Lei mostrando la fede, e affermando: «E' qua, e non si toglierà mai», lui giocando in continuazione con la sua quasi fosse un tic. Galan ha affermato di aver dormito fuori casa, come da tradizione, e ha poi svelato il mistero del quarto d’ora di ritardo del suo matrimonio: «Cercavo di farlo celebrare a Berlusconi e al suo posto, come testimone, Ghedini. Ma tutte le carte erano già pronte...». Mostrando infine il braccialetto (brillanti con zaffiri e perline regalatole dal presidente Berlusconi), Sandra ha spiegato ai giornalisti che il premier le ha confidato che «vuole tanto bene a Giancarlo e che Giancarlo vuole bene a lui. Tutto quello che fraintendono gli altri - le parole del premier riferite dalla sposa -, non conta». La sposa, vestita in verde con una gonna di tulle color panna e una coroncina in testa, ha poi simbolicamente lanciato il bouquet che è finito tra le mani della fidanzata del ministro Brunetta. Il rito tradizionale ha colpito particolarmente l'economista che ha fatto notare al novello sposo il particolare, come fosse un segno del destino. La sposa: «L’ho lanciato dietro, sapendo che sarebbe arrivato a Titti». «La prossima volta tocca a lui», ha aggiunto sornione il presidente veneto.Numerosissimi gli ospiti al matrimonio. «Amici soprattutto» rivela uno dei partecipanti. Nel parco della settecentesca Villa Rodella, a Cinto Euganeo, si vedono oltre ai già citati, il vice presidente della Camera Antonino Leone e altri parlamentari del Pdl: Giustina Destro, il coordinatore nazionale del Pdl Denis Verdini, Alberto Giorgetti, Fabio Gava, Filippo Ascierto, Piero Longo, Nicolò Ghedini e il sottosegretario Elisabetta Casellati. Tra gli imprenditori invece, il conte Pietro Marzotto, Mario Moretti Polegato, Giuseppe Stefanel, Ennio Doris, Giulio Malgara, Enrico Marchi, Giovanni Perissinotto, mentre l’unico uomo di spettacolo presente è Renato Pozzetto.Il buffet Per il ricevimento Galan si è affidato, come ormai da tanti anni per altre occasioni, a Celeste di Venegazzù (Treviso). Pesce, formaggio e carne le tre sezioni distribuite su altrettanti tavoli in un tripudio di bianco e verde delle vettovaglie e delle tende dei gazebo, come i vestiti degli sposi. Antipasti e secondi a buffet, mentre il primo è stato servito a tavola. Il menù è stato preparato anche su indicazioni del premier che ha chiesto che fosse inserita la pasta e fagioli - portata che Berlusconi ha particolarmente apprezzato nel compleanno di mezzo secolo di Galan -. E poi risotto agli scampi e zucchini e uno spiedo di carne mista. Tra le bevande, una selezione di pregiati vini veneti e la predominanza di prosecco, oltre un Nabucodonosor di vino rosso da 15 litri.
(Foto CHI)