www.officinecreativemarket.com

Visualizzazione post con etichetta Guglielmo Alessandro d' Orange Nassau. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta Guglielmo Alessandro d' Orange Nassau. Mostra tutti i post

domenica 3 febbraio 2013

GUGLIELMO ALESSANDRO D'ORANGE NASSAU matrimonio del 2 Febbraio 2002 con MAXIMA ZORREGUIETA.....

Lui è l' erede al trono d' Olanda, il figlio della donna più ricca del mondo, lei è la fidanzata venuta dal golpe. Belli, biondi e innamorati. In una città ad altissimo tasso di tensione, con oltre seimila agenti di polizia, uno al metro, a vegliare sugli illustri invitati, domani si celebra il più controverso fra i matrimoni reali: quello fra Guglielmo Alessandro d' Orange Nassau, principe e bon vivant («Non voglio che le mie nozze siano un reality show») e la sua carnale e fotogenica fidanzata argentina Maxima Zorreguieta: che non soltanto è plebea, non soltanto è straniera, non soltanto è cattolica, ma è figlia di un ministro della giunta golpista di Videla. Un tour de force lungo tre giorni, che vede concentrarsi ad Amsterdam il gotha mondiale, mentre nel popolo impazza la maximania . Ieri, per il gran ballo, è arrivato un poker di regine: Paola del Belgio, Sofia di Spagna, Sonia di Norvegia, Margrethe di Danimarca. Ecco Carolina di Monaco e Ernst di Hannover, Filippo e Matilde del Belgio con la neonata Elisabetta, Haakon e Mette Merit di Norvegia, Vittoria di Svezia, Naruhito del Giappone, Kofi Hannan. Vittorio Emanuele di Savoia invece non è stato invitato. Atteso Carlo d' Inghilterra, forse con Camilla, amica personale della regina d' Olanda. Atteso anche Nelson Mandela. Il ballo si è tenuto a Palazzo Reale, che fu la residenza di Luigi Bonaparte. Maxima, stangona altoborghese del Barrio Norte di Buenos Aires, ha reso omaggio al casato degli Orange con un abito lungo in pizzo arancione e stola di tulle disegnatole da Valentino. E' di Valentino anche il vestito da sposa, che Maxima un mese fa è andata a provarsi a Roma scortata dalla futura suocera . «E' un abito da principessa», anticipa sibillino lo stilista, qui per la tre giorni di feste. Affinchè non sia un avvenimento riservato ai soliti happy few gli sposi hanno voluto invitare 52 mila persone all' Arena, lo stadio dove gioca l' Ajax e dove si sono esibiti Tina Turner e i Rolling Stones, per uno showconcerto in programma stasera. Domattina le nozze, poi gli sposi attraverseranno il centrocittà su una carrozza in teak di Giava ricoperto d' oro, trainata da sei cavalli, fra ali di folla plaudente.Doppio, domani, sarà il rito. Prima quello civile, alla Beurs van Berlage, l' enorme edificio in ferro e mattoni in cui aveva sede la borsa di Amsterdam, le sterminate volte rese meno fredde da decine di stendardi araldici e da un' imponente decorazione floreale nei toni del viola e del giallo. La seconda cerimonia, religiosa, si celebrerà in cattedrale, nella Nieuwe Kerk, chiesa seicentesca in stile gotico. Poiché il parlamento ha posto come condizione che il padre della sposa non partecipi al matrimonio, Maxima entrerà nella casa di Dio già al braccio del marito. I suoi testimoni saranno: per il rito civile, la stessa regina, la zia materna Marcela Cerruti, il fratello Martìn arrivato dalla Patagonia; in chiesa le sue due migliori amiche, nonché compagne d' asilo. Cattolica, Maxima può sposarsi con rito prostestante grazie a una speciale dispensa che il vescovo di Rotterdam ha ottenuto per lei dal Vaticano. Pronunciato il fatidico Ja, ik will, Maxima riceverà i titoli di principessa d' Olanda, di OrangeNassau e di signora di Ambsberg. (fonte Repubblica)